UN AIRONE A DICEMBRE …

airone_bianco

Quando al ritorno guardi gli scarponi e vedi che sono coperti di fango, senti le guance arrossate dal freddo e dal vento, le gambe molli per la fatica, lo zaino che improvvisamente è diventato pesante, pensi comunque che ne è valsa la pena. La levataccia mattutina, la corsa per non perdere il treno, le ore di camminata con il vento di tramontana gelido in faccia. Tutto ha un senso di fronte a quel meraviglioso dispiegarsi delle ali in volo. Quell’armonia e quella grazia sono in sintonia con la perfezione del creato. I tuoi compagni di camminata sono tutti lì con te, con il naso in aria a guardare gli aironi che si stagliano in cielo. In quei momenti pensi che hai fatto proprio bene ad essere lì, nonostante la fatica e la stanchezza che si scioglieranno sul treno, al ritorno. Il rosso del tramonto che accompagna il rientro è l’ultimo saluto ad una giornata carica ed intensa di colori e profumi.
Quando il treno si ferma al rientro nella stazione di Roma Termini hai una sorta di rigurgito per quella folla che trascina velocemente trolley e valigie, per quel frastuono di voci e annunci di arrivi e partenze. Gli scarponi sono pesanti, le gambe si trascinano, ma già pensi alla prossima camminata, ai compagni che scenderanno sorridenti dal treno, pronti ad iniziare un nuovo percorso, una nuova avventura. Una tavoletta di cioccolata passerà di mano in mano per sciogliere l’imbarazzo iniziale, una battuta ed una risata renderanno complici e la voglia di andare ad appagare lo sguardo e i sensi farà il resto. Sai già che al prossimo rientro ci saranno nuovamente scarponi da pulire, giacche a vento da asciugare e emozioni da sciogliere.

Annunci

Informazioni su lacantatricecalva

Se non fossi come sono, mai avrei iniziato a scrivere un blog e mi sarei persa un sacco di cose. Tipo.. ma che cos'è un Gravatar?! Bene se non ho fatto casini, almeno ad una cosa aprire un blog è servito.
Questa voce è stata pubblicata in Emozioni, sorprese, suggestioni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a UN AIRONE A DICEMBRE …

  1. Guido Sperandio ha detto:

    Sempre brava! 🙂

    Mi piace

  2. Sara ha detto:

    Che creature meravigliose. Cerco spesso di fotografarli, se ne stanno sospesi in riva ai fossi della zona di campagna dove vivo… sembra che stiano per sfumare in un mondo parallelo, ma appena fermo la macchina si risvegliano e si allontanano. Mi dovrò rassegnare. Quando volano trasmettono una pace infinita! E i pezzi di fango che spuntano nel soggiorno i giorni successivi alle gite? 😀

    Liked by 1 persona

  3. Bellissima questa storia di aironi e treni

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...