Per dieci minuti – Chiara Gamberale

  
“Dieci minuti al giorno. Tutti i giorni.
Per un mese.
Dieci minuti per fare una cosa nuova,
mai fatta prima.
Dieci minuti fuori dai soliti schemi.
Per smettere di avere paura.
E tornare a vivere.”
 
 
41K4XU3rRtL._AA258_PIkin4,BottomRight,-45,22_AA280_SH20_OU29_

Scrivere la recensione di un libro è una cosa difficilissima! L’ho scoperto proprio ora! Non mi ci ero mai cimentata e la tentazione di scopiazzare dal testo del compagno di banco bravo e brillante c’è stata. Ma, a parte il fatto che allora varrebbe la pena suggerirvi di leggere l’originale, il mio intento  citando il libro,  non era quello di dare un giudizio su quanto scritto, o farne un riassunto, ma di indurvi a leggerlo e a riflettere sulla proposta fatta a Chiara Gamberale dalla psicanalista, richiamandosi ad un insegnamento di Steiner.

E’ pronta a fare un gioco?

E la mia provocatoria domanda  è “siete pronti a mettervi in gioco?” Siete pronti, proprio nel momento in cui arriva la mazzata più grande della vostra vita tra capo e collo, quella inattesa, favolosa mazzata, insomma siete pronti a giocare? A voler trovare un modo nuovo, fuori dai soliti vecchi schemi, per giocare con voi stessi, con la vita, con gli altri?

La parte più difficile è iniziare. Lasciarsi andare. E questo spesso avviene proprio quando ormai percepite di essere davanti ad un bivio che impone una scelta. Continuare la corsa verso il baratro o provare a dare una sterzata per evitare di precipitarvi dentro. Il problema è che noi adulti non siamo abituati a giocare. Prendiamo tutto molto seriamente. Ci cimentiamo solo in quello che pensiamo ci piaccia e faccia parte del nostro mondo. Spesso critichiamo e giudichiamo prima ancora di sapere di cosa si tratta. Annulliamo la curiosità. Ricordate da bambini quando ci proponevano un gioco nuovo? Ricordate l’eccitazione e la voglia di scoprire di cosa si trattava? Vi sareste mai rifiutati a     priori di sperimentare ciò che l’amico/a vi proponeva? E allora perché da adulti ci si chiude nel rassicurante mondo conosciuto, rifiutando di sperimentare con fare giudicante tutto ciò che riguarda l’altro? Quel famoso altro che riteniamo sia così distante da noi senza aver neanche osato avvicinarlo e capirlo?

Sembra un’impresa impossibile trovare una cosa nuova da fare per dieci minuti ogni giorno, ma è meno impossibile di quanto sembri. Basta volerlo.

E poi non credo sia importante che accada tutti i giorni, ma ci si deve predisporre mentalmente ad accettare il nuovo, i cambiamenti. Allora forse si comprende meglio perché inzialmente sia necessario che  si prenda come un esercizio da eseguire giornalmente. E’ necessario che si educhi la mente. E’ necessario che diventi una piacevole abitudine, il dedicarsi a se stessi, a sperimentare, a scoprire anche l’altro, per arrivare a scoprire un nuovo se stesso.

Vi andrebbe di raccontare qualcosa di analogo avvenuto nella vostra vita ?

Io potrei raccontarvi di tutte le “strane” esperienze fatte in questo ultimo anno, di tutte le persone incontrate e di quanto mi abbia aiutata entrare anche solo un momento, quei famosi dieci minuti, a far parte del loro mondo. Delle sorprese ricevute, della fatica iniziale nell’abbattere le resistenze di fronte al nuovo. Di quanto ci si scopra curiosi e di quanto questa curiosità ci spinga sempre più in là, a voler conoscere. Perché conoscere vuol dire conoscerci. Conoscere una parte di noi che c’è, c’è sempre stata, è cresciuta con noi e l’abbiamo messa a tacere. Che peccato! E’ sconcertante e meraviglioso scoprire la parte di noi che non conosciamo. Giochiamo vi prego, non mi abbandonate in questo meraviglioso gioco. Impareremo a giocare con noi stessi e con la vita. I problemi ci saranno, ma magari impareremo ad affrontarli diversamente.

 

Annunci

Informazioni su lacantatricecalva

Se non fossi come sono, mai avrei iniziato a scrivere un blog e mi sarei persa un sacco di cose. Tipo.. ma che cos'è un Gravatar?! Bene se non ho fatto casini, almeno ad una cosa aprire un blog è servito.
Citazione | Questa voce è stata pubblicata in libri e film e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Per dieci minuti – Chiara Gamberale

  1. diapasonred1962 ha detto:

    Desidero giocare il tuo gioco, mi piace l’idea! 🙂

    Mi piace

  2. Tommy ha detto:

    Continua così!

    Mi piace

  3. Nadia ha detto:

    Cos’è un Gravatar ?

    Mi piace

    • lacantatricecalva ha detto:

      Conosco un gioco. Chi conduce il gioco sceglie una parola dal vocabolario, possibilmente una delle meno conosciute, e scrive la giusta definizione su un foglietto. Comunica ai partecipanti la parola scelta, e a quel punto ognuno di loro dovrà inventare una definizione, a meno che non ne conosca il significato esatto. I foglietti scritti dai partecipanti vengono aggiunti al foglietto con l’esatta definizione. In seguito verranno aperti e letti e ciascuno voterà la più fantasiosa, la più simpatica o quella che secondo lui si avvicina di più all’esatto significato della parola. La definizione più votata è quella che determina la vittoria del giocatore, indipendentemente dal reale significato della parola. Tanto, come giustamente dice un mio amico, tutto è relativo. Ora inizio il gioco e mi piacerebbe che venisse continuato…. Cara Nadia il gravatar è un avatar un po’ grullo, che si aggira per il web con la speranza di diventare più sapiente. Tutti noi appena capiamo che andrà in giro a rappresentarci, lo mascheriamo un po’, mistifichiamo l’immagine iniziale, con una foto, un disegno, un logo senza senso, sperando che non ci faccia fare brutte figure. Nella peggiore delle ipotesi lo sopprimiamo e gli diamo un’immagine nuova, nella speranza che ci rappresenti meglio della precedente. Insomma è una sorta di ambasciatore, e proprio per questo troverà sempre il modo di discolparsi perché dirà “ambasciator non porta pena … ”
      chi continua il gioco ?

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...